TJF 2018: il flauto, un quasi alieno da scoprire

Il Flauto è uno strumento che nel jazz non ha mai avuto un vero e proprio momento di gloria. Eppure nel passato sono stati i grandi musicisti che vi si sono dedicati da Eric Dolphy a Herbie Mann. Per gli appassionati di questo strumento il TJF 2018 offre un “programma nel programma” che difficilmente si può trovare in altri festival. Se Melanie De Biasio incanta soprattutto con il suo primo strumento, la voce, non è da sottovalutare il suo lavoro al flauto  (guarda qui Melanie De Biasio, Your freedom is the end of me), mentre Magic Malik fa della perizia strumentale l’arma per incantare il pubblico, ma nei momenti di maggior intensità ricorre anche al canto per dare ancor più vigore alla sua musica (guarda qui una improvvisazione in solitudine di Malik).

Fin qui gli ospiti internazionali, senza dimenticare che nel festival suonano due grandi flautisti torinesi: Toti Canzoneri e Dino Pelissero, impegnati in concerti dove il jazz si muove sempre in territori di confine con altri generi musicali. Da non perdere.