Spazio alle lunghe notti del FRINGE!

Tutte le sere dal 26 al 30 Aprile Piazza Vittorio diventa il cuore pulsante della parte FRINGE dedicata al festival Jazz.

Questa edizione ha preso ispirazione da John Coltrane con A Love Supreme, un album che ha cambiato le regole dei generi musicali abbattendo ogni sorta di barriera e dando numerosi contributi alla storia del rock. E’ proprio attraverso un mix di generi musicali e disparate collaborazioni artistiche, con 200 artisti e 70 concerti, che il direttore artistico Furio di Castri ha voluto dar vita a questa sperimentale parte del festival. […]

Il programma parte alle ore 18.30: nei locali di Piazza Vittorio, oltre a performance dal vivo, si avrà l’opportunità di gustare proposte enogastronomiche.

Appuntamento, invece, alle ore 19.30 con il Dance Space, un palco dedicato al Charleston e  al Lindy Hop sul quale, animato da ballerini, tutto il pubblico verrà invitato a prendere parte alle danze degli anni ruggenti.

La notte Fringe verrà inaugurata dall’ Urlo dei Murazzi alle ore 23. Alcuni artisti suoneranno un assolo sulla chiatta del fiume Po; a seguire una novità: le Night Towers, installazioni temporanee in Piazza Vittorio, dove gruppi musicali suoneranno dall’alto della piazza sino a notte inoltrata.

Il Fringe in the Box è un’altra outsider del festival: una sala di registrazione appositamente allestita all’interno di un edificio in Piazza Vittorio che servirà da laboratorio per sperimentare e mettere insieme due generi musicali, elettronica e jazz, in apparenza molto distanti.

 

Ingresso libero

 

Location ed eventi consultabili al link: http://www.torinojazzfestival.it/fringe/#.U1EAZRx9k9Q