MemoJazz – Venerdi’ 27 aprile

Comincia, nel cuore del centro storico, la prima edizione del Torino Jazz Festival, diretta da Dario Salvatori e organizzata dalla Città di Torino con la Fondazione per le Attività Musicali.
Ecco una panoramica sui principali appuntamenti in programma nella giornata inaugurale.

I Concerti in piazzale Valdo Fusi

La rassegna musicale internazionale apre alle 18.00 con il concerto dei Buena Vista Italian Jazz.
Il quintetto composto da Franco Cerri alla chitarra, Renato Sellani al piano, Dino Piana al trombone, Luciano Milanese al contrabbasso e Gianni Cazzola alla batteria si ritrova sul palco per inaugurare il fitto cartellone musicale del Festival. Ospite del quintetto il violinista Stefano Pastor, che improvviserà con i Buena Vista Italian Jazz un paio di brani.

I concerti proseguono poi alle 19.30 con il Denitto – Gurrisi – Minetto Trio, nel déhor del Jazz Club Torino.

Alle 19.30 inaugurazione della mostra fotografica “Hot For Jazz”, dedicata ad alcuni scatti storici del jazz a Torino. L’esposizione è accompagnata dallo ‘Swing That Cocktail Festival Edition’, anteprima di Aperitò, primo festival sul rito dell’appuntamento serale con l’happy hour che si svolgerà a Torino dal 21 al 24 giugno. Il menù della serata: Negroni, Tandem, Torino-Milano, Americano.

Alle 23.00 la Jam Session Night all Star with Paul Jeffrey. Un’occasione unica per musicisti e pubblico di partecipare e assistere ad una vera jam in stile New York City con il grande sassofonista Paul Jeffrey.

I concerti in piazza Castello

Alle 19.30 il TJF  si trasferisce a bordo di un bus per il City Sightseeing Torino Jazz on The Bus”, un tour a ritmo di jazz tra Piazza Castello e via Po a bordo dell’autobus rosso a due piani in collaborazione con Jazz Club Torino e Torino Youth Jazz Combo.
Per il giro in bus è necessario prenotarsi chiamando il numero 011535181. Sono previste riduzioni per i giovani tra i 5 e i 15 anni.

Gli Yellowjackets alle 21.00 in Piazza Castello. La band statunitense nata nel 1977 si esibisce in una performance live dalle sonorità acoustic jazz. Attualmente il gruppo è composto dal fondatore Russell Ferrante con il sassofonista Bob Franceschini, il bassista Felix Pastorius e il batterista Will Kennedy. Il loro ventesimo disco, Lifecycle, è stato proposto nel 2009 ai Grammy Awards nella categoria Best Contemporary Jazz Album.

Gli appuntamenti di Fringe

La prima “Sera FRINGE” si accende alle 19.00 con una triplice proposta: al Blah Blah dj set con Mr Mojo; al Fluido, gli AfrobeaTorino; all’Imbarchino, la cantautrice torinese Carlot-ta.

Al Cap 10100 alle 21.00 il coreografo e ballerino Giorgio Rossi, fondatore della compagnia di danza contemporanea “Sosta Palmizi”, propone il suo spettacolo Alma.

Alle 21.45 al Circolo Canottieri Esperia si assiste all’incontro musicale tra due grandi nomi del jazz: il pianista Dado Moroni in Trio e Perico Sambeat, sassofonista di punta del jazz spagnolo.

Il via alla prima “Notte FRINGE” lo darà Emanuele Cisi, che si esibisce alle 22.45 da una chiatta galleggiante sul fiume Po di fronte al Circolo Canottieri Esperia. Alle 23.00 due proposte in contemporanea attenderanno il pubblico ai Murazzi: all’Acua  il torinese Luca Biggio con il suo Trio e all’Alcatraz Club, la Dark Magus Orchestra con George Robert.

Alle 23.30 il FRINGE si sposta al Magazzino sul Po dove si esibirà in quartetto il trombonista inglese Mark Nightingale.

A mezzanotte sarà invece il momento di Fab Samperi, uno dei più eclettici talenti della scena nufunk/ brazil/nu jazz che suona all’Acua insieme al torinese Dj Margiotta.

E per chi avesse voglia di ballare la migliore drum and bass ungherese, al Puddhu Bar alle 00.30 ci sarà Matt-U, mentre allo storico circolo Giancarlo suoneranno gli Iki Jazz di Emanuele Cisi con Dani Boni, un mix di elettronica e sax all’insegna della contaminazione.

Ad arricchire il programma odierno il FRINGE ospita un vero e proprio “Special Event” organizzato dall’Associazione Xplosiva, che porta a Torino il francese Laurent Garnier. La sua esibizione è prevista per le ore 22.00 al Jam Club.

Cinema & Jazz – Cinema Massimo

Per la rassegna cinematografica dedicata alle leggende della musica jazz, alle 16.00 proiezione del film “Round Midnight – A mezzanotte circa” di Bertrand Tavanier (Francia/Usa 1986). La pellicola racconta l’amicizia tra il sassofonista Dale Turner e il pubblicitario Francis Borier.
Alle 18.30 è la volta di Paris Blues” di Martin Ritt (Usa 1961) interpretato, tra gli altri, da Louis Armstrong con la colonna sonora di Duke Ellington.

Alle 20.30 viene proiettato “Ascensore per il Patibolo” (Francia 1958), a firma di Louis Malle e alle 22.15 “Steve Plays Duke” di Daniele Ciprì e Franco Maresco (Italia 1999), dedicato a Duke Ellington.

Parole & Jazz – Circolo dei Lettori

Alle 15.30 Musica In Bianco e Nero, guida all’ascolto del jazz a cura di Marco Basso. Alle 18.30, “Zelda e Scott, Stelle dell’Età del Jazz”, musica dal vivo con il Fulvio Albano Trio. Lo scrittore Giuseppe Culicchia, che ha tradotto Tales of Jazz Age (minimum fax, 2011), illustra come nessuno abbia incarnato i favolosi anni Venti quanto i Fitzgerald.