STEVE LEHMAN OCTET “ABIME”

30 maggio - ore 11:30 Auditorium grattacielo Intesa Sanpaolo

Steve Lehman, alto sax, live electronics
Jonathan Finlayson, tromba
Mark Shim, sax tenore
Tim Albright, trombone
Chris Dingman, vibrafono
Dan Peck, tuba
Drew Gress, contrabbasso
Tyshawn Sorey, batteria

In collaborazione con Area M – Il Ritmo delle Città, Milano
Ingresso gratuito

 

STEVE LEHMAN

Steve Lehman

Steve Lehman è uno dei sassofonisti e compositori più in vista del jazz di oggi e da un decennio rappresenta uno dei pensieri compositivi più avanzati della musica afro-americana. Dal 2006 il suo nome spicca sui referendum delle riviste internazionali di jazz, da Down Beat a The Wire e quest’anno è stato trionfatore assoluto nel sondaggio di Musica Jazz nelle tre categorie Miglior musicista, Miglior disco e Miglior formazione dell’anno, con l’ultimo lavoro Mise en Abîme.

Lehman vanta collaborazioni a fianco di Braxton, Dave Burrell, Meshell Ndgeocello, Vijay Iyer, Oliver Lake. Le sue composizioni per orchestra e ensemble da camera sono state eseguite da formazioni orchestrali prestigiose, come anche quelle in ambito elettroacustico, suonate presso le più autorevoli istituzioni musicali americane. Nel gruppo figurano solisti notevoli del jazz contemporaneo, leader a loro volta e collaboratori di solisti quali Henry Threadgill e Steve Coleman, nel cui solco si inserisce anche la proposta di Lehman.

Newyorkese, lavora in un ampio spettro di linguaggi musicali sperimentali, attirando l’attenzione di quotidiani come il New York Times, il britannico The Guardian e recentemente Il Domenicale del Sole 24 Ore, che gli ha dedicato in prima pagina un lungo approfondimento.