MELANIE DE BIASIO “LILIES”

30 aprile - ore 17:30 Piccolo Regio Giacomo Puccini

Melanie De Biasio, voce, flauto
Alberto Malo, batteria
Pascal Mohy, pianoforte
Pascal Paulus, tastiere, chitarra

Prima assoluta italiana

POSTO UNICO NUMERATO € 5,00
Acquista i biglietti su vivaticket

Il Torino Jazz Festival è particolarmente orgoglioso di presentare questa prima assoluta di Melanie De Biasio in Italia, artista che da noi non ha ancora ricevuto la dovuta consacrazione live. Melanie, padre italiano e madre belga, si avvicina al mondo dell’arte da bambina, studiando danza; in seguito approda alla musica (un modo di relazionarsi agli altri, di condividere – spiega). Si diploma in canto e rivela anche il suo talento al flauto. La storia di questa artista è particolare: dopo il conservatorio la passione per una musica senza barriere la porta a collaborare con un gruppo jazz-punk. Durante un tour in Russia viene colpita da una infezione polmonare che, per una serie di complicazioni, le pregiudica l’uso della voce. Sembra un brutto film, ma questo incubo fatto di ospedali e una incerta riabilitazione (i medici non le assicurano di poter tornare a cantare), la portano a un diverso, più profondo, approccio alla musica. Quando può tornare a cantare pubblica un primo album che ne
rivela la maturità raggiunta. Sempre alla ricerca di altre sfere sonore, la De Biasio, armata di una voce sensuale, messa al servizio di un minimalismo fortemente espressivo, non si lascia rinchiudere in gabbie di genere. Si ispira a Mark Hollis dei Talk Talk o a Nina Simone, ma propone un lavoro personale, dove le etichette o i confini si dissolvono nelle canzoni. Con l’ultimo lavoro, Lilies (2017), la cantante sfida il pubblico a seguirla, come spiega lei stessa: “Per me Lilies è scuro e insieme luminoso. Non contiene nulla di tradizionale, è un abbraccio fatto di libertà, ambizione, creatività sincera, emotività che traccia un percorso da Billie Holiday ai Portishead e arriva al futuro, attraverso un milione di punti diversi”.

Dove

Sto caricando la mappa ....