FRANCO D’ANDREA OCTET “INTERVALS”

28 aprile - ore 17:30 Conservatorio Giuseppe Verdi

Franco D’Andrea, pianoforte
Andrea Ayassot, sax alto, soprano
Daniele D’Agaro, clarinetto
Mauro Ottolini, trombone
Enrico Terragnoli, chitarra elettrica
Aldo Mella, contrabbasso
Zeno De Rossi, batteria
Dj Rocca (Luca Roccatagliati), elettronica

Prima assoluta del progetto discografico Intervals

POSTO UNICO NUMERATO € 5,00

Nella musica di Franco D’Andrea sono confluite le esperienze del Novecento Storico, soprattutto della Seconda Scuola di Vienna, la musica africana, l’avanguardismo americano e molto altro ancora, eppure la sua prospettiva è squisitamente jazzistica e oggi il suo lavoro è un caposaldo della scena contemporanea. Con D’Andrea siamo in presenza di una istituzione del jazz italiano, in grado di stupirci ogni volta con la sua creatività, premiata da un unanime consenso di critica e pubblico.

Accompagna D’Andrea in questo nuovo capitolo della sua avventura musicale un ottetto composto da musicisti che rappresentano il meglio del panorama italiano. Il suo ultimo lavoro, Intervals (Parco della Musica Records), è il culmine di una ricerca di lungo corso che non produce risposte, ma ogni volta nuove esplorazioni. la musica di Intervals è il magmatico flusso di coscienza di un ottetto che “respira come fosse un unico individuo”. D’Andrea ha sempre amato ampliare le possibilità timbriche di ogni strumento portandolo all’estremo delle proprie possibilità, fin quasi a farlo diventare altro. In Intervals per prima volta D’Andrea si cimenta con una formazione comprendente sia strumenti acustici che elettronici. L’apporto di Dj Rocca e Enrico Terragnoli amplia l’orizzonte timbrico dell’ottetto. Grazie a ciò -e alla libertà concessa da D’Andrea ai musicisti- i suoni acustici ed elettronici convivono in modo naturale.

Dove

Sto caricando la mappa ....