17 Giugno - ore 16:00 Circolo dei lettori

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

Molte culture musicali ricorrono all’improvvisazione; ma uno dei grandi meriti del jazz è quello di aver riportato felicemente in auge una pratica musicale da tempo in declino, almeno in Occidente, e che tuttavia è radice e linfa della musica. Come bene mostra il jazz, lungi dall’esemplificare banalmente un’estetica dell’imperfezione, il senso estetico di questa pratica è quello di portare a espressione il processo stesso – avventuroso e dall’esito non garantito – della formazione di senso. Conferenza di Alessandro Bertinetto, Università di Torino.

In collaborazione con Fondazione Circolo dei lettori