#TJF2019

News

  • Un TJF di cuore e passione: Redman, Pieranunzi, Brecker, Eastwood/Di Battista, Rava

    Come abbiamo visto Innovazione e sperimentazione non mancano nel programma del TJF 2019. A fianco di queste proposte, spesso ardite, abbiamo anche tutta una serie di importanti nomi che potremmo qualificare come “classici contemporanei”. Limitandosi ai primi nomi che vengono in mente, come descrivere altrimenti le carriere di Joshua Redman, Enrico Rava, Randy Brecker? Si tratta di artisti che hanno dominato le scene degli ultimi decenni incidendo dischi importanti e portando l’idioma del jazz in tutto il mondo grazie a concerti sempre entusiasmanti. In questo ambito si ingrossa sempre più il manipolo dei musicisti italiani, apprezzati universalmente che hanno anche saputo allacciare sodalizi con altri musicisti europei o americani di vaglia. E se Rava festeggia in concerto gli ottant’anni, Enrico Pieranunzi e Stefano Di Battista campeggiano rispettivamente sulle copertine di Musica Jazz e Jazzit, le due riviste di settore italiane. Si tratta di riconoscimenti doverosi rivolti a carriere dai traguardi indiscutibili. Questi e molti altri jazzisti di primo piano sulla scena animano il cartellone del festival.

  • Già 2 sold out: Tres Coyotes e Accordi Disaccordi

    La biglietteria (fisica e on line) è stata presa d’assalto e quindi arriva il piacevole compito di segnalare i primi due sold out. Si tratta del concerto di Accordi Disaccordi con Florin Nicolescu e Giorgio Tirabassi  (venerdì 3 maggio) e dei Tres Coyotes (sabato 4 maggio). Sono ancora disponibili i biglietti per le altre serate. Affrettatevi a guardare il programma…

  • Concerto di Gilad Atzmon

    In relazione alle voci diffuse in questi giorni, si comunica che il concerto di Gilad Atzmon si svolgerà regolarmente il 2 maggio alle 19 al Jazz Club Torino.

  • La “nordic walking” del TJF 2019: Endresen/Westerhus, Balke, Rymden, Aarset

    Una vera e propria “passeggiata nordica” ci attende nel TJF 2019. Sarà un percorso che ci porterà ad apprezzare e in alcuni casi, come per il duo Endresen/Westerhus, a scoprire per la prima volta a Torino, i musicisti che oggi rappresentano la fiorente scena scandinava. (leggi tutto…).

  • TJF 2019. Tanti innovatori: Bennink, Frith, Portal, Moondog Project

    Scorrendo il cartellone del TJF 2019 colpisce il numero di artisti che potremmo etichettare sotto la voce “innovatori”. Musicisti che cambiano giorno dopo giorno il nostro approccio alla musica. Han Bennink (a Torino con l’ICP Trio e il CLGENSEMBLE), da oltre cinquant’anni guida il drappello dei creatori di nuove vie: lo fa da quando, dopo aver esordito con jazzisti come Sonny Rollins, Wes Montgomery, Eric Dolphy o Dexter Gordon, ha abbandonato gli schemi del jazz classico, iniziando a creare insieme a Misha Mengelberg, Willem Breuker, Peter Brötzmann e molti altri, quella che viene definita musica improvvisata europea. (leggi tutto…)

  • conferenza stampa TJf 2019: ecco il programma completo

    Presentato il programma del Torino Jazz Festival 2019: 9 giorni di festival, 320 musicisti, 24 sedi coinvolte in tutta la città per oltre 80 concerti (di cui 70 a ingresso gratuito). Trovate tutto il materiale nella cartella stampa pubblicata nell’area press. La manifestazione, diretta da Diego Borotti e Giorgio Li Calzi, presenta un cartellone d’eccezione, dove spiccano artisti come Joshua Redman, Han Bennink, Fred Frith, Enrico Pieranunzi, Jon Balke, Randy Brecker, Bugge Wesseltoft, Kyle Eastwood con Stefano Di Battista, Eivind AarsetJohn Paul Jones -storico membro dei Led Zeppelin- con l’inedito trio in prima italiana dei Tre Coyotes, Michel Portal con Flavio Boltro, Arto Tuncboyaciyan, Ernst ReijsegerEnrico Rava.  I jazz club ospitano una programmazione altrettanto smagliante, ricordiamo: Deborah Carter, Don Moye ospite del gruppo Torino Night Ensemble, Greg Cohen in duo con Eleonora Strino, Don Menza, Peter Evans & Levy Lorenzo, Tiziana Cappellino con Javier Girotto, Emanuele Cisi, il gruppo di Gilad Atzom, il trio Spanyi/Dobler/Di Castri, il chitarrista dei Soft Machine John Etheridge, ospite del Paolo Ricca Group, la Bandakadabra in giro per i mercati insieme a tanti altri eventi e concerti che potete trovare qui, consultando il calendario giorno per giorno, oppure navigando attraverso le varie sezioni del sito.

  • ALTRI NOMI AL TJF: JOSHUA REDMAN, PETER EVANS, KYLE EASTWOOD e STEFANO DI BATTISTA

    Oltre a Gavin Bryars, Jon Balke Siwan ed Enrico Rava, artisti precedentemente annunciati, la settima edizione del Torino Jazz Festival – che si svolgerà dal 26 aprile al 4 maggio –vedrà esibirsi tra gli altri anche: il fenomenale sassofonista Joshua Redman con il suo Trio(30 aprile OGR); il contrabbassista Kyle Eastwood, con ospite Stefano Di Battista insieme al pianista Fabio Gorlier e al batterista Alessandro Minetto nel concerto ‘Gran Torino’, incrocio tra musica e cinema (3 maggio, OGR – produzione originale TJF 2019); il giovane trombettista, improvvisatore e compositore newyorkese Peter Evans accompagnato dal percussionista Levy Lorenzo (27 aprile – FolkClub).   LEGGI TUTTO (…)


Torna su

Foto

Ultimi video