#TJF2020

News

  • TJF 2020: primi nomi: Salif Keita, Biréli Lagrène, Peter Erskine, Trovesi/Bosso, Vernon Reid

    Dal 25 aprile al 2 maggio 2020 si terrà l’ottava edizione del Torino Jazz Festival, un omaggio al jazz in tutte le sue declinazioni espressive. In cartellone, grandi nomi internazionaliartisti di ricerca ed eccellenze del territorio. Gli 8 giorni di programmazione saranno, come sempre, ricchissimi di produzioni originali. Il TJF – grande evento culturale primaverile – nelle ultime due edizioni ha conquistato, grazie alla sua attenzione al contemporaneo, una precisa identità nel panorama internazionale. Diretta dai musicisti Giorgio Li Calzi e Diego Borotti, la rassegna jazz porterà centinaia di artisti a esibirsi, a prezzi popolari, sul palco delle OGR, nei club della città e in varie sale da concerto dal Piccolo Regio al Conservatorio Giuseppe Verdi e in altri luoghi della città. Il TJF 2020 cresce ancora: in programma, insieme ai grandi concerti, molte iniziative tra cui i Torino Jazz Meetings (dove si incontrano gli operatori del settore) e le incursioni musicali dei Jazz Blitz in luoghi atipici.

    Nel programma del Festival, in via di definizione, si segnalano (leggi tutto cliccando sul titolo):

  • TJF 2020, prima novità: collaborazione con Filarmonica Teatro Regio Torino per un concerto con Trovesi e Bosso

    Il Torino Jazz Festival è al lavoro per preparare la prossima edizione del festival che si preannuncia ricca di sorprese. Questa mattina, durante la presentazione della stagione sinfonica I Concerti 2019-20 della Filarmonica TRT e dell’Orchestra e Coro del Teatro Regio Torino, è stata annunciata una prima importante novità. La stagione presenta, lunedì 27 aprile, l’inedita collaborazione tra la Filarmonica TRT e il Torino Jazz Festival.

    Protagonista di questo incontro è Gianluigi Trovesi, uno dei jazzisti italiani più prestigiosi di sempre, che torna a incrociare il percorso del Torino Jazz Festival. L’Ensemble di Trovesi incontra la tromba di Fabrizio Bosso e la Filarmonica TRT diretta da Stefano Montanari. Trovesi si presenta nella doppia veste di interprete al clarinetto e di compositore: il concerto esplora gli universi sonori a lui cari, spaziando dalle danze della tradizione popolare alla musica rinascimentale e barocca, dall’improvvisazione di matrice jazzistica alle riletture originali di materiali verdiani e schubertiani. Il titolo scelto, Berg Heim: una piccola montagna magica, trova ispirazione nel romanzo La montagna incantata di Thomas Mann e insieme ammicca, con la garbata ironia che è propria di Trovesi, alle proprie radici bergamasche. Ulteriori informazioni per la stagione e il concerto su: su www.teatroregio.torino.it e www.filarmonicatrt.it


Torna su

Foto

Ultimi video